fiori

FIORI DI BACH​
Curare il malato nella sua interezza non la malattia, è il concetto che ha portato Edward Bach a scoprire che la coscienza funziona in base a determinati modelli di reazione uguali per tutti, e che nei fiori di alcune piante c’è “qualcosa” capace di riequilibrare questi modelli alterati.Curando il disordine profondo, curiamo anche la malattia; perchè questa è solo il risultato di forze disarmoniche che da troppo tempo agiscono dal profondo dell’animo.​

FIORI ALASKANI
Sono molto apprezzati per la loro energia dovuta all’ecosistema speciale in cui crescono.Questi fiori agiscono soprattutto a livello spirituale, ma i loro effetti benefici si riscontrano anche a livello fisico e psicologico.

FIORI AUSTRALIANI
Il terzo millennio ci mette nelle condizioni di affrontare problematiche fisiche, mentali, psicologiche ed emozionali dalle nuove caratteristiche. È proprio su questi nuovi aspetti che i fiori australiani esercitano le loro forti proprietà e rappresentano l’ultima generazione di rimedi floriterapici. Ian White e la sua equipe hanno perfezionato questi estratti floreali i quali, agendo sulla dimensione energetica dell’uomo, hanno dimostrato di migliorare il benessere psicofisico, le capacità di armonizzare dell’organizmo, la creatività, le relazioni interpersonali. Sono stati documentati benefici relativi alla capacità di apprendimento, ad alcuni disturbi del comportamento, della sfera sessuale e a disturbi provocti dall’inquinamento elettromagnetico.