PERCORSO ESPERENZIALE SUI CHAKRA

Da molto tempo c’è una domanda che sorge spontaneamente nel mio cuore sempre più frequentemente: “Come mai nonostante tutti gli sforzi degli esseri umani per portare un sostanziale cambiamento nel nostro mondo, abbiamo problematiche che non sono compatibili o meglio congruenti con la crescita dell’umanità? “

Durante una meditazione, un’intuizione mi ha portato la risposta.

“La crescita nasce da dentro, ognuno di noi dovrebbe diventare maestro di se stesso”.

Ognuno di noi sente la necessità che qualcuno dall’esterno lo aiuti a riconoscere la via; un compagno o un amico possono farci da specchio, un terapeuta può indicarci la via, ma la destinazione o l’omega della nostra anima, è solo nostra responsabilità.

Spesso si parla d’intuitività o di sensitività, messaggi che ci guidano e cosi dovrebbe essere.

E’ nel cuore che si ha la giusta intuizione!

La nostra natura è essenzialmente energetica, ecco perchè è indispensabile lavorare sui chakra e si inizia dai primi tre, perchè se essi non sono allineati, difficilemtne si può varcare il portale del cuore.

Questo percorso sviluppa una sensibilità che ci può aiutare a comprendere meglio come tutti siamo interconnessi, con ogni altra persona e con ogni altra creatura.

I nostri corpi hanno struttura fisica e appaiono solidi, in realtà internamente e non solo, vi scorrono fiumi di energia ed informazioni che scorrono in continuo, costante e dinamico scambio.

La società stessa è un sistema che indebolisce i chakra; per esempio la paura indebolisce il primo chakra.

In particolar modo la paura della sopravvivenza nell’epoca in cui stiamo vivendo, fa si che questo chakra sia molto esposto a questo rischio.

Il primo chakra rappresenta inoltre le nostre radici e si ha ormai la consapevolezza che senza di esse siamo fragili.

Come un albero senza di esse al primo vento forte può crollare, cosi può succedere a noi esseri umani davanti ad un evento importante doloroso.

Un primo chakra in equilibrio non cerca una negazione dicendo: “Non voglio questo problema“, ma piuttosto dice: “Dammi più forza per affrontare la mia prova”.

Il percorso che si svolgerà in sette moduli, ci permetterà di nutrire e risvegliare la nostra energia vitale con consapevolezza, e ci guiderà ad acquisire la forza necessaria per affrontare un nuovo viaggio.

Nella vita ognuno di noi ha una montagna da scalare. Per analogia immaginiamo diversi gradini che portano alla cima, questi gradini rappresentano le prove della nostra vita.

La conoscenza, con il lavoro esperienziale che si acquisirà in questi moduli, ci permetterà di arrivare (se lo vogliamo) in cima alla montagna.

Al posto di essere stanchi e sfiniti, saremo ricchi di gioia, pieni di vita e di emozioni che ci permetteranno di godere del nuovo panorama che si presenterà ai nostri occhi.

Durante il percorso partiremo lavorando sul primo chakra, e in sequenza verranno svolti tutti i 7 moduli. In questo modo riusciremo a comprendere quali dei nostri chakra è in disequilibrio.

Nozioni scientifiche unite a nozioni olistiche e alle costellazioni spirituali, ci consentiranno di assimilare nozioni arcaiche che ci mostreranno la chiave per aprirci a nuove consapevolezze che ci guideranno con amore verso il nuovo cambiamento che il pianeta terra sta affrontando.

Andare verso la propria destinazione con gli strumenti giusti è come avere una macchina con il navigatore.

Arrivi anche se a volte con difficoltà, SEMPRE a destinazione.

I chakra sono vortici dentro di noi che permettono all’energia del macrocosmo di trasmutarsi, affinché i nostri apparati, il nostro sistema ghiandolare e immunitario ne possano giovare.

E’ come avere a disposizione una corrente a 380 volt e trasformarla in 220 volt, dove la corrente a 380 volt è paragonabile all’energia che l’universo ci invia e i nostri chakra la trasformano in 220 volt, per essere assimilata dal nostro corpo.

Cosi i chakra accolgono l’energia e la modificano nella frequenza che possiamo assimilare.

In poche parole sono alla base della vita fisica e psichica.

Poiché psiche dal greco significa anima, possiamo dedurre che i chakra siano alla base del nostro equilibrio psico-fisico.

In tutti i moduli vi saranno esercizi che riequilibreranno la postura e il chakra del modulo corrispondente, meditazione specifica, tecniche di Sound Healing e Costellazioni Spirituali.

Durante i seminari si consiglia inoltre di mangiare vegetariano e non bere alcolici per entrare più in contatto con la nostra sensibilità.

 

PRIMO MODULO: LE NOSTRE RADICI.

Il primo viene chiamato il chakra delle radici.

Le radici sono le fondamenta su cui noi costruiamo la nostra vita, inoltre ci permettono di non crollare di fronte alle tempeste che a volte la vita ci pone davanti per la nostra evoluzione.

Viene associato all’equilibrio con la terra e alla madre naturale.

La paura è l’emozione che indebolisce questo chakra, nel contempo può diventare se lo vogliamo, il nostro motore di ricerca che ci guida verso percorsi che ci insegnano a vivere con gioia e serenità.

Il lavoro esperienziale svolto in questo modulo, aiuta ad armonizzare questo chakra, acquistando cosi più fiducia in se stessi e maggior vitalità.

 

SECONDO MODULO “RESPONSABILITA'”

Nel secondo modulo, si armonizzerà il secondo chakra, trasmutando il senso di colpa, con la parola chiave “responsabilità”. Si orienta la volontà, per trasformare i sogni in progetti realizzabili.

 

 

 

 

TERZO MODULO: “L’INCONTRO”

In questo modulo teorico ed esperienziale, lavorando sul terzo chakra, trasformiamo le inibizioni che ci impediscono di realizzarci nella vita; ritrovare la propria individualità per accrescere la propria autostima.

 

 

 

 

 

 

QUARTO MODULO: CHAKRA DEL CUORE “IL PORTALE

Senza avere armonizzato i primi tre chakra ,è impensabile di varcare la soglia che ci permettere di accedere alla saggezza che conduce al nostro centro.

Ritrovare la gioia “ESSENZIALE ” che non deriva dagli eventi esterni.

PASCAL scriveva “il cuore conosce ragioni che, la ragione non conosce”.

 

 

 

QUINTO MODULO: “LA MAGIA DELLA COMUNICAZIONE”

La comunicazione in alchimia è legata all’ archetipo di Mercurio, considerato il “MESSAGGERO”; colui che porta i messaggi dal cielo alla terra e dalla terra al cielo.

Partendo da questo chakra possiamo operare ove il tempo e lo spazio sono nell’Uno, si comprende come dare vita ad una preghiera o ad una richiesta.

 

SESTO MODULO: IL RISVEGLIO DELLA COSCIENZA

Chiamato anche terzo occhio,

CRISTO disse

“la luce del corpo è l’occhio

Se il tuo occhio è singolo

tutto il tuo corpo si riempirà di luce.”

Matteo 6,22

Il sesto modulo corrispondente al sesto chakra stimola il desiderio di risvegliare un cammino lungo la via della consapevolezza, che porta equilibrio a noi ed al pianeta.

 

SETTIMO MODULO: LA COSCIENZA UNIVERSALE

Settimo chakra, chiamato anche il chakra della corona, è il centro in cui scopri l’interconnessione con il tutto e con tutti; si può attingere ad una saggezza antica, che ha la finalità di sostenerci a vivere in armonia con l’ambiente che ci circonda, a vivere un rapporto sereno con la nostra interiorità e a comprendere come tutti gli esseri sono connessi.

“Ogni volta che avete fatto queste cose a uno solo di questi miei fratelli più piccoli l’avete fatto a me”

( Mt 25,40)

NAMASTE

Rita Cascio